Come "Blog" uso principalmente le pagine Facebook e blogger dello studio

Psicologo Chieri Blog - Facebook   |   Arteterapiachieri.blogspot.it

Per i Laboratori in corso visitare questa pagina

Costruire belle iniziative

Bello contribuire a costruire e far parte di un progetto che continua a trasformarsi e crescere

anno dopo anno:

"Nuove attività di Casa Bosticco"
San Damiano d'Asti, 3 marzo 2020
Comunicato stampa

"Casa Bosticco: la comunità di risocializzazione e reinserimento sociale amplia i suoi orizzonti per offrire sempre di più una seconda opportunità ai propri ospiti. Da venerdì 13 marzo al via il nuovo corso di giornalismo."

Sita a San Damiano D'Asti e finalizzata all'accoglienza di 12 adulti (uomini e donne) in condizione di difficoltà sociale che presentano la necessità di una soluzione abitativa comunitaria, Casa Bosticco, sin dal 2003, opera per il reiserimento sociale dei soggetti più deboli, offrendo loro una seconda opportunità.
"Attraverso attività strutturate ad hoc e su misura per ciascun ospite, tendiamo a creare una struttura che possa essere di socializzazione, un percorso di vita che faccia riscoprire i nostri ospiti l'importanza del lavoro, della voglia di fare, della cura di sé e della dignità stessa", queste le parole di Isaura Nucci, psicologa della struttura.
"Non soggetti psichiatrici ma pazienti stabilizzati, con l'obiettivo di gestire e valorizzare le autonomie esistenti e che necessitano di permanenze di medio – lungo periodo per riprendere in mano l'organizzazione della propria vita", evidenzia il presidente Marco Burdese, che prosegue: "L'obiettivo fondamentale della comunità consiste nel prevenire e/o ridurre i rischi di marginalità sociale e nel raggiungimento dell'autonomia personale. Sono presenti in struttura operatori professionali con profili adeguati alla tipologia di utenza tra cui psicologi, educatori, operatori socio sanitari".
Ed è esattamente ciò che si respira a Casa Bosticco, in cui mai vengono meno attività, lavoro e cura per la propria persona, intesa in senso fisico e psicologico.
All'alba di questo 2020, oltre alle tante attività che quotidianamente vengono proposte, come il disegno, l'arteterapia, l'approccio alla natura e all'agricoltura, la musicoterapia e i colloqui costanti con psicologi ed educatori preparati al ruolo, a partire da venerdì 13 marzo, la giornalista Francesca Gerbi, terrà, ogni venerdì mattina, un corso di giornalismo.
"Si tratta di un'opera di volontariato che volentieri svolgerò con il massimo della passione per i ragazzi della struttura. Quel che faremo sarà commentare insieme le notizie del giorno, creando poi, attraverso attività diverse e dal taglio specifico, un dibattito finale affinché ogni ospite possa sentirsi parte del laboratorio", afferma Gerbi.
In primis, ad essere soddisfatti dell'opera di reinserimento, sono effettivamente gli ospiti. Elisa, una giovane e bella donna afferma: "Qui ho trovato la mia sicurezza nel cercare di cambiare il mio passato e offrirmi agli altri", si accoda Annamaria, che aggiunge:" Grazie a Casa Bosticco ho potuto riprendere la cura di me stessa e di quello che mi sta intorno, aumentando sempre di più la stima di me stessa"; in maniche da lavoro offre la sua testimonianza Valter: " Ho cambiato la mia esistenza in meglio, ora assaporo la bellezza del bosco e dell'attività agricola, che svolgo con passione e dedizione".

La storia
Casa Bosticco è stata donata nel 2003 alla Parrocchia di S. Damiano dalla famiglia Bosticco, e ristrutturata a cura dell'Associazione Albero della Vita con una spesa di ca. € 450.000, finanziati da Enti religiosi, fondazioni bancarie e privati. L'intervento è stato effettuato rispettando i requisiti più stringenti di sostenibilità ambientale in materia di isolamento, di produzione di energia (pannelli solari) e di riscaldamento (biomasse); con orgoglio si può affermare che questo è il primo immobile di S. Damiano d'Asti ad emissioni zero. Le sue continue trasformazioni e migliorie strutturali hanno visto, nel luglio 2019, la ristrutturazione del cortile con la posa della pavimentazione del cortile in pietra di Luserna.
Le continue migliorie hanno fatto si che oggi Casa Bosticco possa essere apprezzata anche per la sua bellezza.
Dal 2010 al 2016 Casa Bosticco è stata sede legale ed operativa dell'Associazione di Volontariato l'Albero della Vita onlus e del Comitato festeggiamenti San Giacomo e San Grato.

articolo della Voce di Asti

Non basta la tecnica per portare il cambiamento

NessunoMiCapisce

 

Il colloquio clinico è qualcosa in più dell’interpretazione, della traduzione di quello che per l’altro non è consapevole in qualcosa di esplicito e comprensibile, in un insight, in una visione nuova con uno sguardo nuovo. Il lavoro psicologico non è solo offrire uno sguardo diverso, consentire all’altro di vedersi come lo vedono gli altri, andare oltre la propria parziale visione nell’incontro con qualcun altro.
Alcuni aspetti traumatici, alcune sofferenze emotive restano in quella che chiamiamo “memoria implicita”, restano cioè nel corpo. Possiamo osservarne gli effetti nelle reazioni istintive della persona che abbiamo di fronte. Possiamo ad esempio osservare nell’altro uno stato di allerta, come se stesse vivendo una situazione di pericolo quando nella realtà attuale un pericolo non è presente. Oppure possiamo osservare ad esempio reazioni aggressive, in risposta a stimoli neutri. Oppure possiamo provare sensazioni di vicinanza eccessiva, quasi uno scomodo invischiamento, che non rispetta i confini in relazione a qualcuno.

Quello di cui abbiamo fatto esperienza sul corpo resta nello sviluppo del sé, perché la costruzione del sé passa dalla relazione con gli altri. Relazione significa come siamo stati guardati, come siamo stati ascoltati, come siamo stati accarezzati fin da bambini, come siamo stati tenuti in braccio. Il clima emotivo in cui siamo cresciuti, gli odori che abbiamo sentito, quello che abbiamo visto, come ci siamo sentiti in risposta a certe parole, tracce silenti che tratto dopo tratto tratteggiano la nostra siluette esistenziale. Un’interpretazione non basta per cambiare un vissuto stratificato nel tempo di una distorsione emotiva.

Non basta la tecnica per portare il cambiamento. Non è solo con una buona diagnosi, attraverso una raccolta dettagliata di dati anamnestici, che si può scegliere tecnicamente un buon farmaco per incidere su un circuito inceppato, che gira a vuoto, facendo male. Non solo un buon procedimento clinico può offrire tecnicamente efficaci passaggi di parola che vanno a sottolineare, amplificare, ristrutturare e collegare aspetti. Il clinico oltre la tecnica, con tutta la sua storia personale, le sue particolarità, il suo modo di essere, la sua etica, la sua creatività, incontra un’altra persona. Il lavoro psicologico è dunque principalmente un incontro nel quale si può o meno farsi coinvolgere, nel quale si può creare o non creare una sincronizzazione emotiva, nel quale si può risuonare di qualcosa di simile o differente, fino a perturbare degli schemi precedenti e trasformarli in qualcosa di più evoluto. Un ingrediente di valore, che porta una differenza inestimabile. Non è qualcosa di dato in assoluto entrare in relazione con l'altro, ma un processo che si costruisce per tentativi, imprando ad ascoltare l'altro e a mettersi in gioco con tutta la propria persona, riconsocendo quindi anche il proprio limite.


Anche la memoria è ricostruzione. Ci interessa quello che uno sente e racconta di sentire e vivere sulla propria pelle o quello che realmente è stato? Anche il ricordo diventa ricostruzione nel rapporto con altre menti. Un disegno a più mani, la riscrittura della propria personale storia. Una buona cura è una buona storia, una storia che diventa cambiamento.

Dott.ssa Isaura Nucci

Tutte le battaglie significative sono combattute dentro sé

 lovemyself

Sheldon B. Kopp è uno psicoterapeuta umanista americano con un'esperienza ventennale clinica come psicologo nelle prigioni e negli ospedali.  Nel suo libro "Se incontri Budda per strada uccidilo" con ironia ci invita a mettere in dubbio la ricerca di un'autorità che ci guidi, che ci dica come fare, che possegga la verità, per ripensare il nostro potenziale, la nostra responsabilità nelle scelte e nel comportamento. Quello che ci serve è dentro di noi, si tratta di riuscire a vederlo. Un modo diverso di concepire il lavoro psicologico. Senza illusioni.

Leggi tutto

Assenze

Magritte assenze

 

 

In psicologia si parla molto di “elaborazione del lutto”, intendendo con questa espressione non solo l'ascolto della sofferenza e della perdita connessa alla morte di un caro, ma anche “l'elaborazione” necessaria dopo un grosso cambiamento, su un piano anche cognitivo, dopo una separazione, una crisi che comporta una riorganizzazione di sé, un “dire addio” a certe parti non più funzionali ed evolutive.
La perdita, la mancanza riguardano tutti noi. La separazione è insita nel processo stesso della crescita e della differenziazione. Vi sono situazioni in cui i lutti sono irrisolti o irrisolvibili. C'è da “fare il funerale” come diceva già Freud, “seppellire” quelle parti che tolgono ossigeno alle nuove parti evolutive. Chiudere i conti.

Leggi tutto

Quando la coppia scoppia!

coppiaincrisi

 

La coppia si crea a partire dai bisogni, dalle aspettative a dai desideri più o meno consapevoli delle persone che trovano risposta nell'altro. La coppia crea una situazione di stabilità, una dimensione affettiva ed intima che permette di essere riconosciuti come individui, di specchiarsi nell'altro e costruire insieme un progetto di continuità.
L'incontro crea un patto di coppia, una sorta di accordo implicito di quanto ciascuno si attende dall'altro. Un accordo che ha la forma del dono e dello scambio reciproco. Non sempre infatti l'ago della bilancia è perfettamente centrato tra i due, bensì pende a favore dell'uno o dell'altro a seconda del periodo, delle necessità, ma sempre in una dimensione di fiducia reciproca, di scambio circolare.
Quando questo circuito si interrompe anche la coppia si rompe. Cominciano i dissapori, le vendette, i rancori. Oppure l'indifferenza, l'allontanamento. Oggi il cinquanta percento delle coppie si separa.

Leggi tutto

Questo sito utilizza i cookie darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità. Continuando a navigare in questo sito, concordi con l'utilizzo dei cookie. Scopri di più sui cookie nella pagina informativa.